Intervista

 

Sylvie CHOPIN
Direttore Ricerca & Sviluppo

Potrebbe spiegarci come funziona il trattamento Parasidose ?

Il trattamento Parasidose contiene la Biococidine®, un agente filmogeno unico che associa acidi grassi a catena corta (C8-C18) estratti dall’olio di cocco utilizzati per il loro potere occlusivo sui pidocchi e sulle lendini e il Cocamidopropyl betaine estratto dall’olio di cocco utilizzato per il suo potere solvente sulla spumalina, colla che attacca la lendine al capello.

La Biococidine® agisce in modo meccanico sui pidocchi e sulle lendini, eliminando così il rischio di resistenza:

  • Soffoca i pidocchi e le lendini per ostruzione delle vie respiratorie.
  • Solleva il carapace protettore del pidocchio conducendo alla sua disidratazione.
  • Dissolve la spumalina per staccare la lendine dal capello che, separata dal suo ambiente di vita, non può più svilupparsi e muore.

Quali sono i vantaggi di una consistenza cremosa ?

Una consistenza in crema permette al prodotto di essere applicato alla radice dei capelli là dove si trovano i pidocchi e di essere ripartito sulla capigliatura senza colare durante il tempo di posa.

Inoltre la consistenza in crema di questo trattamento, apportata dagli acidi grassi del cocco, facilita la pettinatura dei capelli e permette di eliminare più facilmente i pidocchi e le lendini morte.

Ci sono controindicazioni ?

La composizione del del trattamento Parasidose è perfettamente indicata ad un uso famigliare. Può essere utilizzato dai 3 mesi e non ci sono controindicazioni per l’utilizzo nella donna in gravidanza e nelle persone asmatiche.

Quali sono gli interessi di una formula naturale ad azione meccanica ?

Tenuto conto del modo di azione meccanico del trattamento Parasidose, non ci sono possibilità che il pidocchio sviluppi fenomeni di resistenza come quelli che si possono incontrare con trattamenti chimici classici come i prodotti a base di Malathion e Permetrina.

Inoltre, l’efficacia del trattamento Parasidose è stata dimostrata scientificamente sui pidocchi E sulle lendini.

Infine, il trattamento Parasidose è perfettamente tollerato e non ha controindicazioni contrariamente agli insetticidi che sono dei neurotossici con controindicazioni (restrizioni d’uso per i bebè, le donne in gravidanza e in allattamento) e che possono causare irritazioni ed effetti indesiderati.

Potrebbe spiegarci perchè alcuni prodotti non funzionano ?

Il fallimento di un trattamento anti pidocchi può essere dovuto:

  • Ad un problema di resistenza dei pidocchi alla molecola utilizzata (con gli anti pidocchi cosiddetti « chimici »).
  • Ad un’applicazione non corretta (applicazione insufficiente del prodotto...) e/o a un mancato rispetto delle modalità d’impiego (durata, frequenza delle applicazioni…).
  • All’utilizzo di un prodotto insufficientemente efficace sulle lendini

Si osservano anche dei « falsi » fallimenti di trattamenti . Magari il prodotto ha ben funzionato ma il soggetto viene reinfestato rapidamente a causa dell’ambiente (biancheria, cuffie…) o di un ritorno nella collettività infestata.

Ci sono delle teste da pidocchi ?

E’ difficile rispondere a questa domanda in quanto i meccanismi di attrazione di un pidocchio verso una testa non sono ben conosciuti.

I pidocchi sono presenti in tutto il mondo. Ritroviamo i pidocchi della testa soprattutto nei bambini e sembra che siano più frequenti nelle femmine che nei maschi. I caucasici sono il gruppo etnico più colpito, poco importa la classe sociale. Esistono così diversi tipi di popolazioni di pidocchio che si adattano ai diversi tipi di capelli. Per esempio un pidocchio adattato ad una popolazione con capelli lisci a sezione tonda non potrà attaccarsi ai capelli crespi di sezione ovale.

La femmina pidocchio sceglie prima di tutto un capello per attaccarsi e deporre vicino al cuoi capelluto, là dove regnano umidità e calore ottimali.

Questi ultimi fattori sembrano dunque essere essenziali perché il pidocchio si senta « a suo agio » su una testa. Questi fattori possono variare secondo il tipo di capigliatura, la densità pilifera o ancora i ferormoni liberati dall’individuo parassitato.

Ogni persona può avere i pidocchi nelle condizioni di esposizione ideali.

Quali consigli darebbe a una mamma che si deve confrontare con un problema di pidocchi ?

I genitori che si devono confrontare con un problema di pidocchi devono innanzitutto esaminare tutti i membri della famiglia alfine di determinare chi è stato parassitato.

Tutte le persone infestate devono immediatamente essere trattate con un prodotto la cui efficacia è stata dimostrata sui pidocchi E sulle lendini.

La biancheria di casa, i giochi in peluche dei bambini, i divani e tutto il rivestimento in fibre devono essere trattati con un prodotto adeguato.

Dopo il trattamento, conviene anche applicare un repulsivo alfine di evitare ogni nuova contaminazione tramite persone ancora parassitate (ad esempio il ritorno a scuola).