Come individuarli ?

pou

Il prurito è spesso il segno di un’infestazione. Il pidocchio punge il cuoio capelluto nutrendosi del sangue. La saliva così iniettata nel cuoio capelluto provoca prurito. I bambini si grattano molto la testa.

Osservando il cuoio capelluto alla luce, vedrete dei piccoli insetti grigi (o rossi se hanno appena mangiato), sono i pidocchi. La nuca e la zona dietro le orecchie sono privilegiate dai pidocchi.

Le lendini sono piccoli punti bianchi di forma ovale, attaccati alla radice del capello (a meno di un centimetro dal cuoio capelluto). Una lendine situata sulla lunghezza del capello è considerata come non vivente.

Le lendini sono in generale più facili da individuare perchè sono attaccate al capello contrariamente ai pidocchi che si spostano sul cuoio capelluto.
Attenzione, non bisogna confondere le lendini con la forfora. Una lendine è ben attaccata al capello e si toglie con difficoltà.

Astuzia

Per individuare la presenza di pidocchi nel vostro bambino, potete utilizzare il pettine fine Parasidose.

Mettetevi in una zona ben illuminata. Separate la capigliatura in ciocche e passate il pettine fine sui capelli umidi e precedentemente strigati dalla radice verso le punte. Dopo ogni passaggio, esaminate con attenzione il pettine per individuare la presenza di pidocchi e pulite scrupolosamente il pettine con un fazzoletto.